Quarto chakra ANAHATA

“Io amo e sono amato”

anahata-quarto chakra-marta simonetto-naturopata marta simonetto-naturopata mozzate-naturopata busto arsizio-1

Il nostro viaggio alla scoperta dei Chakra riparte dopo una breve pausa ristoratrice proprio dal Chakra che fa più di tutti tesoro delle belle sensazioni provate in vacanza e che, se in equilibrio, ci guida fedelmente alla scoperta della pace del cuore.

Il Quarto Chakra si trova all’altezza del petto poco sopra la linea dei capezzoli e proprio grazie alla sede in cui si trova è legato ai polmoni, al cuore, al timo (importante ghiandola endocrina che è in relazione con il sistema immunitario), al seno e al sistema circolatorio. I polmoni sono la sede dove avviene lo scambio con l’esterno: inspirando porto il mondo esterno dentro di me, espirando dono un po’ di me al mondo. Il cuore è la sede dell’amore e dei sentimenti, altro importantissimo organo “di scambio” con l’esterno.

anahata-quarto chakra-marta simonetto-naturopata marta simonetto-naturopata mozzate-naturopata busto arsizio-2

Punto di equilibrio e di amore

Punto di incontro tra i Chakra bassi e quelli alti, il Quarto Chakra è la sede dell’equilibrio dove è possibile bilanciare il nostro mondo materiale con quello spirituale e creare una perfetta armonia di entrambi. Da qui l’energia viene smistata in tutto l’organismo e quando questo centro energetico lavora in modo armonioso tutto l’organismo ne trae grande beneficio perché l’energia circola fluida in ogni distretto.

Amore Universale

Abbiamo accennato prima che il cuore è la sede dei sentimenti e dell’amore ma è bene precisare che in questo centro energetico non ha sede solamente l’amore dei sentimenti ma anche l’Amore Universale ovvero l’amore verso se stessi, l’accettazione di ciò che siamo che ci permette di dare e ricevere amore in modo equilibrato. Spesso esistono squilibri a questo livello proprio perché doniamo troppo amore, ci diamo troppo agli altri ma non ne riceviamo a sufficienza; lavorare energeticamente sul Quarto Chakra permette di sviluppare la nostra capacità di ascolto che ci permette di cogliere il limite entro cui stare nel “donarsi” senza andare troppo oltre, senza superare quel limite oltre il quale diventa sacrificio e non più un atto di amore.

anahata-quarto chakra-marta simonetto-naturopata marta simonetto-naturopata mozzate-naturopata busto arsizio-

Diritto fondamentale

Grazie al percorso di consapevolezza, al lavoro costante su se stessi, all’ascolto delle proprie necessità e dei propri equilibri sarà possibile udire in modo più marcato la voce che ci richiama al nostro diritto fondamentale: amare ed essere amati. Spesso la scarsa autostima, la difficoltà a comunicare o a esprimere le proprie emozioni pone un blocco a questo diritto e di conseguenza blocca il centro energetico; l’energia non scorre più fluida, il cuore si “chiude” all’amore, al sentimento, al dono, allo scambio impedendo sane e appaganti relazioni.

Il percorso naturopatico include anche un maggior riconoscimento dei propri bisogni e una maggior consapevolezza, un’evoluzione di cui l’uomo oggi più che mai ha bisogno. Riscoprire il valore individuale, inglobare le nostre caratteristiche in tutta la loro interezza comprendendo che siamo esseri meravigliosi e unici con i nostri pregi e i nostri difetti. Solo quando ci sentiremo completi e sereni potremo sbloccare ciò che pone limite alle nostre relazioni abbattendo quell’isolamento che spesso tende a farci rifugiare nelle compensazioni materiali (cibo, oggetti, ecc) che all’inizio danno veloce appagamento ma che poi tanto velocemente lo tolgono.

anahata-quarto chakra-marta simonetto-naturopata marta simonetto-naturopata mozzate-naturopata busto arsizio-

Dolore che blocca

Il Quarto Chakra si estende anche nei palmi delle mani sede anch’essi di un centro energetico: attraverso il contatto, il tocco, possiamo entrare in relazione con gli altri, conoscere e farci conoscere, scoprire, donare, curare. Le mani sono energeticamente legate al senso di attaccamento e di libertà, il “fare” e l’agire sono due azioni che sbloccano e che mettono in movimento la nostra energia.

Quando invece proviamo dolore e lo coviamo dentro senza esprimerlo né dargli la possibilità di prendere forma attraverso le nostre azioni andiamo a creare un muro energetico che come tutti i muri ci separa, ci distanzia e ci rende soli e incompresi. Permettere alle nostre azioni o alle nostre parole di manifestare il nostro dolore, di scioglierlo e di trasformarlo liberandolo può dare profondo sollievo all’anima e può soprenderci positivamente dei risultati che possiamo ottenere. Se siamo tristi o abbiamo subito un profondo torto proviamo a piantare dei fiori in un vaso, ad aggiustare un oggetto rotto, a fare la polvere sulle mensole del salotto o a riordinare un cassetto: se colmiamo quel gesto di un significato liberatorio la mente e il cuore saranno più leggeri. E’ un inizio, un piccolo passo ma assolutamente indispensabile per non diventare prigionieri e schiavi del nostro dolore.

anahata-quarto chakra-marta simonetto-naturopata marta simonetto-naturopata mozzate-naturopata busto arsizio-

Aria fresca e verdi prati

L’elemento legato al Quarto Chakra è l’aria (che entra ed esce dai polmoni), il colore è il verde e la ferita è il dolore. Lavorare su questo centro energetico sviluppa armonia, amore incondizionato, bontà, capacità di donarsi, dolcezza, tenerezza e maggiore equilibrio.

Il Chakra lavora sul diritto di amare ed essere amati. Lavorano molto bene a questo livello il fiore di Bach HOLLY e gli oli essenziali di Bergamotto, di Gelsomino, di Lavanda e di Limone. Una goccia pura (del fiore di Bach o di uno dei oli essenziali elencati) fatta cadere sulla pelle all’altezza del Quarto Chakra permette un lavoro di riequilibrio energetico. Questa abitudine se quotidiana in qualche mese porta profondi cambiamenti se abbinata ad un lavoro profondo su di sé sotto la guida esperta di un terapeuta o Naturopata.anahata-quarto chakra-marta simonetto-naturopata marta simonetto-naturopata mozzate-naturopata busto arsizio- Dare amore è meraviglioso ma eccedere nel donarsi diventa una privazione, non più un dono d’anome ma nasconde un atto di egoismo. Prendiamo in mano la nostra vita, sciogliamo i nodi del nostro cuore: è possibile!

Equilibrio profondo

Il risultato sarà un equilibrio profondo che porterà benefici in ogni distretto del nostro organismo sia nel corpo che nello spirito.

anahata-quarto chakra-marta simonetto-naturopata marta simonetto-naturopata mozzate-naturopata busto arsizio-

potrebbe interessarti anche…

protezione oltre la mascherina-Marta Simonetto Naturopata-Naturopata Mozzate-naturopata Marta1
una prima-vera rinascita-primavera-marta simonetto naturopata-naturopata mozzate-naturopata marta-
naturopatia-scelta consapevole-marta simonetto-naturopata mozzate-naturopata busto1
anahata-quarto chakra-marta simonetto-naturopata marta simonetto-naturopata mozzate-naturopata busto arsizio-1
manipura-marta simonetto-terzo chackra-naturopata busto-naturopata mozzate-1
chakra-marta-simonetto-naturopata-1
primo-chakra-marta simonetto-naturopata-busto arsizio-centro di naturopatia-mozzate
chakra-marta simonetto-naturopata-busto arsizio-centro di naturopatia-mozzate-1

Prossimi Eventi